0 0
Lenticchie e cotechino – perchè portano portafortuna e come prepararlo

Condividi sui tuoi Social Network:

O puoi copiare e condividere questa URL

Ingredienti

Ingredienti:
1 cotechino da 500 g.
250 g. lenticchie secche
1/2 cipolla
1 carota
150 g. passata di pomodoro
q.b. Olio extravergine di oliva
q.b. sale

Aggiungi a Segnalibro

[userpro_bookmark width="100%"]

Lenticchie e cotechino – perchè portano portafortuna e come prepararlo

Lenticchie e cotechino per il Cenone di fine anno sono un ottimo secondo piatto e un binomio perfetto per questa serata

Cucine:
    • 1 ora
    • Porzioni 4
    • Facile

    Ingredienti

    Descrizione

    Lenticchie e cotechino. Secondo la tradizione popolare, infatti, sembra che le lenticchie siano un piatto portafortuna e che portino prosperità e in quest’anno così triste, sicuramente ne avremo bisogno.

    Ma perché c’è questa credenza? In epoca romana le lenticchie venivano regalate chiuse in un sacchettino, perché, così somiglianti a monetine, si augurava, a chi le riceveva, di guadagnare e avere prosperità economica. Invece il cotechino o lo zampone, a seconda di quale si preferisce, simboleggia l’abbondanza.

    La preparazione di questo piatto con i due ingredienti insieme, è per augurare tutto il meglio alle persone amate, quindi non può assolutamente mancare sia per il Cenone che per Capodanno. Inoltre si tratta di un piatto davvero gustoso e saziante da preparare anche durante l’anno, sostituendo il cotechino con le salsicce.

    Preparare le lenticchie con il cotechino con questa ricetta è davvero semplice e veloce. Io ho usato il cotechino precotto così da velocizzare i tempi di cottura. Vediamo subito come si prepara.

    Lenticchie e cotechino – come preparare il piatto portafortuna
    Lenticchie e cotechino – come preparare il piatto portafortuna

    Ingredienti :

    1 cotechino da 500 g.
    250 g. di lenticchie secche
    ½ cipolla
    1 carota
    150 g. di passata di pomodoro
    Olio extravergine di oliva
    Sale q.b.

    Lenticchie e cotechino

    Preparazione

    1. Per prima cosa prepara le lenticchie.
    2. In una pentola con abbondante acqua lessa le lenticchie per circa 25/30 minuti, facendole cuocere a fiamma bassa.
    3. A cottura ultimata scola le lenticchie e mettile in una terrina.
    4. In un’altra pentola, metti a soffriggere il trito di cipolla e carote con poco olio.
    5. Aggiungi la passata di pomodoro mescolando e subito aggiungi le lenticchie. Aggiusta di sale, copri con il coperchio e fai raggiungere il bollore.
    6. Abbassa la fiamma e lascia cuocere per circa 20 minuti.
    7. Nel frattempo prepara il cotechino.
    8. In una pentola capiente metti abbondante acqua e fai bollire il cotechino con la sua confezione per circa 20 minuti, seguendo le istruzioni della confezione.
    9. Scola il cotechino, apri la confezione e lascia fuoriuscire il liquido interno.
    10. Quando sarà intiepidito, togli la pelle e taglialo a fette non molto sottili.
    11. Poco prima di servire, unisci il cotechino nella pentola con le lenticchie per fare insaporire per qualche minuto e servi in un piatto da portata.

    Squisito e portafortuna!

    Lenticchie e Cotechino, perchè portano fortuna?

    Come ogni anno le tradizioni culinarie che pensa a questo piatto come un porta fortuna vanno rispettate. Quindi lenticchie e cotechino saranno presenti sulla tavola degli italiani, ma quando e come è nata questa credenza?

    Le lenticchie che portano fortuna, la tradizione

    Se mangiate a Capodanno si dice che le lenticchie portino soldi e quindi fortuna economicamente. Ma come nasce questa tradizione? La lenticchia è un cibo antico che in passato fu molto apprezzato. Nel libro della Genesi c’è un episodio narrato da cui sembra aver avuto origine la credenza che questo legume porti soldi.

    Si narra che durante una lite col fratello Giacobbe, Esaù decise di scambiare tutti suoi avere per un piatto di zuppa con le lenticchie. Quindi sembra che proprio da questa narrazione sia nata la credenza che le lenticchie siano simbolo di ricchezza e di denaro.
    Con il passare del tempo la storia si è trasformata in tradizione e in epoca romana era obbligo regalare un sacchetto di lenticchie agli amici la notte del 31, allo scoccare della mezzanotte, sperando che si trasformassero in monete!

    A Capodanno perché si mangia il cotechino?

    Per il cotechino il discorso è differente. Si tratta di una proteina amata e odiata! Gli italiani sono divisi su questo argomento e, se alcuni rinunciano a mangiarlo, altri invece non ne possono fare a meno. Parliamo di un insaccato molto grasso e speziato che è proprio il simbolo del benessere. Mangiarlo a Capodanno vuol dire farsi una coccola, se lo può permettere quindi vuol dire che sta bene anche economicamente.
    Per questo il cotechino, più che un cibo portafortuna, diventa simbolo di prosperità ed è per questo che lo si mangia a Capodanno, un augurio per un anno ricco e pieno di benessere per tutte le persone che si amano!

     

     

    Leggi anche:

     

    Se ti piace tanto questa ricetta e la provi, la puoi taggare su Intagram con @Mindcucinaegusto o #mindcucinaegusto o se preferisci pubblicala su facebook

    Per vedere adesso altre ricette di Mind Cucina e Gusto qui ► Home

    Germana Ferrante

    Giornalista

    Capo Redattrice e giornalista per Green Planet News. Ha lavorato per molti anni nel mondo editoriale presso la A. Manzoni & C. S.p.a., storica concessionaria di pubblicità del Gruppo Editoriale L’Espresso.

    Giudizi sulla Ricetta

    There are no reviews for this recipe yet, use a form below to write your review
    Bignè salati ripieni con mortadella e pomodorini
    previous
    Bignè salati farciti con mortadella e pomodorini
    next
    Tortine al mandarino con gocce di cioccolato

    Add Your Comment

    [instagram-feed]